Storia della fonderia artistica Gemito

Fonderia Artistica Gemito lavorazione artistica del bronzoLa Fonderia Artistica Gemito e' sorta nel 1936 e basa la sua attivita' sul Maestro Vincenzo Gemito. E' diretta da Francesco Guerritore (di cui Gemito era il bisnonno), ed Andrea Guerritore pronipote diretto del Maestro.

La Fonderia, con i calchi originali del Maestro, esegue riproduzioni delle sue sculture e di altri celebri scultori con impiego di procedimenti artigianali di fusione. Si effettuano dunque, lavorazioni artigianali utilizzando le antiche tecniche di lavorazione proprie del Cellini.

La prima fase operativa mira ad ottenere le "forme" delle opere dal calco, riformandole successivamente in cera; al compimento, poi, si effettua un delicato passaggio consistente nel ritocco sulla statua in cera.

La figura viene, infatti, ritoccata, rispettandone fedelmente tutti i caratteri dell' elemento originale.

La figura viene, quindi, racchiusa in un involucro di gesso detto " luto ", resistente alle alte temperature del forno.

Nella cottura della forma, per l'elevata temperatura, l'opera di cera racchiusa nella forma di gesso, si scioglie permettendo cosi' al metallo colato di assumere le sue forme. Ecco perche' tale procedura chiamasi "fusione a cera persa".

Colato il metallo e raffredatosi, si effettua il recupero della statua, liberandola dal gesso.

Successivamente si effettuano due importanti fasi di lavorazione: la raspinatura e la cesellatura.

La prima fase consiste nell'eliminare le parti impure causate dalla fusione; la seconda ha lo scopo di evidenziare i tratti peculiari della figura.

Ultima e complessa fase, quella della patinatura, nella quale si attuano interventi a fuoco di acidi che fanno assumere particolari effetti cromatici e chiaroscurali.

L'attività si è sviluppata in maniera continuata, dalla data di costitizione, operando in maniera qualificata per conto di enti ed Amministrazioni pubbliche, di privati ed Associazioni religiose.

Certificato autenticità opere della fonderia gemitoLe singole riproduzioni di Gemito, sono firmate, punzonate con un piccolo timbro rettangolare recante la dicitura "Fonderia Gemito Napoli" ed accompagnate da un certificato di autenticita'.

 

 


Principali opere realizzate dalla Fonderia Gemito

1973 Monumento ai caduti
Comune di Sant'Angelo dei Lombardi (AV)

1982 Monumento ai caduti
Comune di Rossano Calabro (RC)

1984 Statua del Cristo con basamento in
marmo e bassorilievi ai caduti della guerra 1915-18 e 1940-45
Comune di Orpello (CH)

1984 Monumento raffigurante un letterato
Comune di Mamer (Lussemburgo)

1985 Restauro statua raffigurante San Rocco
Soprintendenza di Avellino

1985 Monumento ai caduti
Comune di Bernalda (MT)

1986 2 Bassorilievi ai caduti della guerra
Comune di Napoli

1987 Scultura raffigurante un soldato che abbraccia una donna al rientro dalla
guerra rappresentante l'Italia
Comune di Gorgoglione (MT)

1988 Restauro monumento "Mario Pagano"
Comune di Brienza (PZ)

1988 Monumento ai caduti
Comune di Avigliano (PZ)

1989 Madonna di Portosalvo h. cm. 260
Comune di Casalvelino (SA)

1990 Monumento ai caduti
Comune di Castrovillari (CS)

1992 Monumento raffigurante San Francesco
(piazzetta A . Falcone) Napoli Frati Francescani

2000 Madonna del Mare
Comune di Ciro Marina (CZ)

2002 Targa in bronzo - Caserta Scuola di Formazione e Aggiornamento della Polizia penitenziaria
Aversa (CE)

2003 Busto in bronzo
Comune di Cardinale (CZ)

Biografia essenziale di Vincenzo Gemito - Scultore e Pittore NapoletanoCatalogo delle opere realizzate dalla Fodneria GemitoTour virtuale della Fonderia Gemito
Realizzazione busti,targhe,monumenti e restauro opere in bronzo

Italian English French German Portuguese Russian Spanish